Presentazione del libro “La mia casa è sita”

aaa

 

Nel decimo anniversario della scomparsa di Novella Cantarutti, l’Amministrazione Comunale di Spilimbergo ha il piacere di invitare le SS.LL. alla presentazione del volume “La mia casa è sita…Una autobiografia e alcuni racconti” a cura di Rienzo Pellegrini, disegni di Lea D’Orlandi.

Per l’occasione sarà allestita una esposizione di alcune illustrazioni di Michela Occhi, Lionello Fioretti, Aldo Merlo tratte da pubblicazioni di Novella Cantarutti.

A seguire ci sarà la presentazione del bozzetto della stele musiva dedicata alla poetessa, a cura della Scuola Mosaicisti del Friuli di Spilimbergo.

Venerdì 6 dicembre 2019, alle ore 17,00
Biblioteca civica – via Piave, 2

Sollecitata da «molti» (così diceva), ma anche per rispondere a un proprio bisogno, la Cantarutti si proponeva di rendere pubblica una sua «autobiografia» alla quale stava attendendo con tenacia assidua: senza perplessità o tentennamenti, ma nei soliti modi discreti. Ne parlava convinta, indugiando con leggerezza impalpabile, con voce sommessa (ma non incerta), senza enfasi, su alcuni episodi. […] Si tratta di una «autobiografia» non canonica, una «autobiografia» renitente a ragionare della carriera intellettuale, a ripercorrere le tappe fondanti della scrittura. […] ma restia anche a sondare le faglie più nascoste, i risvolti più inquieti e più bui: non è un giornale «intimo» e tace i traumi più devastanti. Una parola strozzata. L’«autobiografia» ragguaglia su quanto è concesso dalla logica ferrea di una «decenza quotidiana» assunta e praticata come divisa, come termine di una convivenza, di uno stare e comunicare con gli altri. La poesia del resto, nei suoi modi ellittici e cifrati, nella rarefazione estrema, non rimuove e non occulta: è un diario aperto.

(dalla presentazione, a cura di Rienzo Pellegrini)